SHIRO KURO


Il Giappone del terzo millennio. L’impatto della modernità e del mondo globalizzato in un paese che per secoli è rimasto lontano dalle contaminazioni culturali del resto del mondo. Una terra dove l’umanizzazione del paesaggio si è espressa ai massimi livelli. Il viaggiatore, catapultato nella realtà nipponica, rimane come stordito. Il blend tra la tradizione millenaria e la modernità all’avanguardia produce una vibrazione unica: la continua sensazione di camminare in equilibrio su di un filo che unisce due realtà profondamente diverse.


Ho scelto di raccontarlo attraverso una piccola storia sul paesaggio naturale ed urbano. Una storia dove l’uomo è assente sulla scena, ma ben presente con le sue realizzazioni e le sue scelte; immagini chiare (Shiro) e immagini scure (Kuro) come due universi apparentemente lontani, ma stretti da un legame che affonda le radici nella cultura millenaria, tra arte minimale, arte concettuale e profondo rispetto dell’uomo e della natura.